Home » Economia »

Utilizzo dei contanti in Italia

 

La misura di Mario Monti prevede la riduzione dell’utilizzo del denaro contante, emissione di assegni trasferibili e dei libretti di deposito al portatore fino a 1.000,00 euro. Pertanto  dopo il 31.01.2012 sarà obbligatorio rispettare le nuove limitazioni. E’ vietato quindi il traferimento di denaro contante o di libretti di deposito tra soggetti quando l’importo è superiore ai 1.000,00; attenzione è vietato anche il frazionamento di più pagamenti che appaiono artificiosamente frazionati. La violazione di tale comporta una sanzione fino al 40% dell’importo.
Nel 2008 la soglia dell’utilizzo è stata riportata a 12.500,00 euro ma in meno di 3 anni questa misura ha avuto 4 nuovi cambiamenti. Dal 31.05.2011 è stata portata a 5.000,00 euro, in agosto 2011 a 2.500,00 euro, ed infine dal 6 dicembre 2011 a 1.000,00 euro. E comunque bene sottolineare che il DL in vigore dal 6.12.2011 in sede di conversione ha stabilito che non costituisce infrazione la violazione commessa tra l’entrata in vigore di questa fino al 31.01.2011.

 
 
 

0 Commenti

You can be the first one to leave a comment.

 
 

Lascia un commento