Home » Economia »

Qui o si fa l’Italia o si Muore….

 

disse Garibaldi a Nino Bixio…oltre 150 anni dopo, queste parole risuonano tra i politici italiani ed europei. Oggi l’Italia sta vivendo uno dei suoi peggior momenti nella storia della nazione. Il problema economico e sociale sta lanciando il paese in una depressione a tal punto che se non si fa veloci a sbloccare le incognite Governo e riforme ne verremo fuori tra decenni. Inutile stare a girarsi intorno, dopo che Bersani si è accorto che non può governare, la palla passa a Giorgio Napolitano che deve assolutamente far cambiare la legge elettorale e tornare alle elezioni il prima possibile. Devono ancora passare 5 anni e già si fa fatica a mettersi d’accordo su chi far guidare il Paese. Un governo di scopo di qualche mese, con pochi punti in sintonia tra i partiti e poi di nuovo sotto con la campagna elettorale. I mercati nonostante il Super Scudo di Mario Draghi stanno di nuovo portando l’Italia nell’abisso e nonostante la famosa Tobin Tax sulle transazioni per bloccare la speculazione, come volevasi dimostrare, ancora una volta contano i fondamentali e la fiducia. Ad oggi i fondamentali dicono che l’Italia è un Paese con un debito pubblico enorme, con un deficit/pil che nonostante i sforzi non riusciamo a sopprimere in modo decisivo, un Pil in caduta libera che farà ancora perdere migliaia di posti di lavoro e un Paese abbandonato al suo destino dai politici italiani. Il PD vuole mettere il Movimento 5 Stelle di fronte alle loro responsabilità sulle loro chiusure quotidiane, ma alla fine il PD e il PDL sono così apposto con la loro coscienza con i loro governi degli ultimi 25 anni? I due principali storici partiti italiani hanno paura che qualche “rottamatore” sia alla finestra pronto per smantellare l’incoscienza e l’incompetenza.

 
 
 

0 Commenti

You can be the first one to leave a comment.

 
 

Lascia un commento