Non bastano le aste tedesche per far salire le borse europee quest’oggi. Il Ftse Mib dopo aver viaggiato per pochi minuti in zona 16 mila è virato prepotentemente verso il ribasso portandosi a quota 15745 punti, cedendo oltre 1,15. Nonostante la Germania abbia ricevuto una forte domanda, restano i timori per la situazione europea. C’è molta attesa per la conferenza di Mario Draghi prevista per l’ora di pranzo, ma ha già commentato così la situazione attuale: “La crisi dei debiti sovrani ha messo a nudo molte debolezze a lungo, innanzitutto l’inadeguatezza della governance europea e per il suo superamento sono ora chiamati ad operare con drammatica urgenza tutti gli Stati membri”. Lo spread btp-bund a 10 anni è salito modestamente in mattinata, infatti attualmente il differenziale si attesta a 428,2416 punti base, con rendimenti oltre il 6,236%. Molto bene Luxottica, che è in netto rialzo dopo la trimestrale migliore delle attese. Soffrono i bancari e gli industriali. Nel pomeriggio sono previsti diversi dati macroeconomici provenienti dagli Usa.