Home » Economia »

Fallimenti a quota 9.000 nel 2012!

 

Sempre più complicata si fa la situazione in Italia. Infatti per le piccole imprese, il numero di aziende italiane fallite o chiuse sono in netto aumento rispetto al 2011. Fino ad oggi i fallimenti sono circa 9.000, in aumento rispetto allo scorso anno. Le aziende invece che sopperiscono alla crisi sono 1.500 circa e in liquidazione addirittura 45 mila, tutti dati in aumento rispetto al 2011. Dati inquietanti, che non fanno guardare al futuro, quindi al 2013 con ottimismo. Il Governo Monti è riuscito a ridar quella credibilità che l’Italia non aveva più da diverso tempo, ma allo stesso tempo non è riuscito a puntare sulla crescita, sopprimendo così i più piccoli. I settori più colpiti sono chiaramente quelle delle costruzioni, il settore terziario ed infine quella manifatturiera. Secondo il Professor Monti, nel secondo semestre del 2013, l’Italia dovrebbe tornare a crescere, ma la situazione economica reale sembra dire diversamente per il momento.

 
 
 

0 Commenti

You can be the first one to leave a comment.

 
 

Lascia un commento