Home » Economia »

Europa Time – La situazione dei mercati finanziari

 

Dopo la buona giornata di ieri, anche oggi Piazza Affari dopo un’intera seduta in territorio positivo, chiude poco sotto i massimi di giornata. Il Ftse Mib ha fatto segnare un rialzo dell’1,24% a 15.645 punti, l’All Share un +1,23% a 16.435 e lo Star un +0,41% a 9.545. A sostenere gli indici, oltre all’andamento positivo delle borse americane, alla prima seduta dell’anno, i dati sull’occupazione in Germania, più alti delle stime. Positivo il settore bancario: corre il Monte dei Paschi, che guadagna il 3,95% sulle indiscrezioni su un piano della banca per rafforzare il capitale senza ricorrere ad un nuovo aumento; bene anche Banco Popolare (+2,08%), Bper (+2,26%) e Ubi (+2,55%). Cauta Intesa Sanpaolo (+0,3%), in deciso calo (-2,47%) Unicredit, penalizzata dai timori di un aumento di capitale a forte sconto. Bene risparmio gestito e assicurativi e gli industriali: sostenute dai dati Usa, che mostrano segnali positivi per l’economia statunitense, chiudono in forte progresso le Fiat (+3,67% l’auto, +3,53% Industrial); a ruota la controllante Exor (+1,82%) e Pirelli (+1,94%). Denaro anche sul lusso, con Tod’s che sale del 5,05%, trascinando con se il comparto. Positivi gli alimentari, mentre, fra i pochi titoli negativi del paniere principale, spicca Diasorin (-0,9%).
Anche le principali borse europee archiviano la seduta in buon rialzo. Londra, chiusa ieri per festività, segna +2,29% a 5.699 punti, Francoforte +1,50% dopo i dati positivi sul mondo del lavoro. In Germania il tasso disoccupazione a dicembre scende al 6,8% e la disoccupazione media 2011 è ai minimi dal 1991. Parigi +0,72% a 3.245 e Amsterdam +0,39% a 318,04. Bene anche Madrid che guadagna lo 0,15% mentre Atene perde il 2,52%.
Lo Spread tra i Btp decennali e i Bund tedeschi è tornato intorno a quota 500 punti. Il differenziale tra i titoli di stato italiani e quelli tedeschi, partito a quota 503 e sceso in mattinata fino a 493 punti, viaggia adesso sui 502 punti base.

ilfattoquotidiano.it

 
 
 

0 Commenti

You can be the first one to leave a comment.

 
 

Lascia un commento