Home » Economia »

Crollano le borse europee, ancora una volta la minaccia si chiama Grecia

 

Chiusura pesante per le principali borse europee. Piazza Affari accusa anch’essa il colpo greco, pertanto il Ftse Mib ha chiuso la seduta a -1,76 punti percentuali. Crollo dovuto dalle notizie provenienti dalla Grecia; il leader del partito di destra LAOS ha espresso che voterà a sfavore delle misure di austerity. Lo spread Btp Bund vola a quota 366,6057 punti base. Tutto questo ha fatto si che il settore creditizio è letteralmente sprofondato: Unicredit ha perso il -4,7%, Intesa Sanpaolo il -3,6%. Ancora una seduta meravigliosa, invece per Fondiaria che volta oltre il +10% sull’onda della notizia che la Palladio avrebbe acquistato il 2,26% della società di assicurazione. Notizie da oltre oceano che fanno peggiorare la situazione, con il deficit della bilancia commerciale degli Stati Uniti che è salito a Dicembre a 49 miliardi di dollari. Inoltre nel 2011 il deficit commerciale è stato di 558,2 miliardi di dollari. Scende anche il petrolio che si attesta a quota 99 dollari al barile.

 
 
 

0 Commenti

You can be the first one to leave a comment.

 
 

Lascia un commento