Chiusura pesante per le principali borse europee. Piazza Affari accusa anch’essa il colpo greco, pertanto il Ftse Mib ha chiuso la seduta a -1,76 punti percentuali. Crollo dovuto dalle notizie provenienti dalla Grecia; il leader del partito di destra LAOS ha espresso che voterà a sfavore delle misure di austerity. Lo spread Btp Bund vola a quota 366,6057 punti base. Tutto questo ha fatto si che il settore creditizio è letteralmente sprofondato: Unicredit ha perso il -4,7%, Intesa Sanpaolo il -3,6%. Ancora una seduta meravigliosa, invece per Fondiaria che volta oltre il +10% sull’onda della notizia che la Palladio avrebbe acquistato il 2,26% della società di assicurazione. Notizie da oltre oceano che fanno peggiorare la situazione, con il deficit della bilancia commerciale degli Stati Uniti che è salito a Dicembre a 49 miliardi di dollari. Inoltre nel 2011 il deficit commerciale è stato di 558,2 miliardi di dollari. Scende anche il petrolio che si attesta a quota 99 dollari al barile.