Home » Economia »

La crisi cambierà le nostre abitudini di consumo?

 

La risposta a entrambe le domande è “no”. Questo non significa che la recente crisi economica non sia reale. Ma ognuna delle recenti crisi sembra provocare la stessa serie di domande filosofiche sul modo in cui le abitudini di consumo possono cambiare come conseguenza della crisi stessa. Il fatto è che le abitudini di consumo si evolvono nel tempo, con o senza crisi. I consumatori consumano. Questo è ciò che fanno. Quando la disponibilità economica diminuisce, i consumatori spendono meno e consumano meno. Ma i loro desideri e abitudini di base tendono a persistere. Quando la crisi più recente sarà dichiarata chiusa, la maggioranza dei consumatori non avrà cambiato le sue abitudini in modo significativo.

Quello che è molto più probabile che influenzi le abitudini di consumo è invece un cambio nella tecnologia disponibile a livello di massa. Internet ha cambiato le abitudini di acquisto di molti consumatori: Amazon.com è un esempio classico. Vent’anni fa nessuno comprava un libro online, mentre oggi milioni di consumatori non vedono nulla di strano in questo “nuovo” canale di vendita

Credo ci sia ben poco di “culturale” in questa, o in qualunque altra, crisi economica. I consumatori reagiscono alla realtà. Non possono spendere quello che non hanno, ma hanno comunque bisogno di spendere. Hanno comunque bisogno di consumare. E mentre qualcuno può effettivamente “imparare” a spendere presso negozi meno costosi anche dopo la crisi, la maggior parte dei consumatori riprenderà le proprie abitudini di consumo appena possibile. Questo è esattamente ciò che la storia dell’economia della seconda parte del ventesimo secolo suggerisce in modo inequivocabile.

 
 
 

0 Commenti

You can be the first one to leave a comment.

 
 

Lascia un commento