Home » Economia »

Accordo sul fiscal compact, ma la situazione di Grecia e Portogallo resta preoccupante

 

Arriva un ondata di fiducia sui mercati dopo il Consiglio europeo di ieri: le borse europee aprono tutte in netto rialzo. Gli stati membri dell’Unione Europea anno raggiunto un accorso sia sul fiscal compact, sia sull’avvio anticipato del Fondo salva Stati Esm. Solo Gran Bretagna e Repubblica Ceca non hanno firmato l’intesa a 25. Resta però, l’interrogativo Grecia, ancora a rischio default. Una situazione che continua a preoccupare l’Europa, spaventata dal contagio, con gli spread del Portogallo schizzati a 1500 punti e la Spagna che ammette che non raggiungerà gli obiettivi di bilancio del 2012. E sale la pressione della Unione Europea su Atene perché chiuda in fretta la partita con i creditori privati e lavori a tempo pieno sulle riforme strutturali: senza nuovi impegni l’Europa non le darà gli aiuti previsti dal secondo piano di ottobre. Ma la proposta ‘choc’ di Angela Merkel di commissariare i conti di Atene non solo non ha trovato sostegno, ma ha raccolto aperte critiche anche dall’alleato Sarkozy.

 
 
 

0 Commenti

You can be the first one to leave a comment.

 
 

Lascia un commento